LUCI ED OMBRE

ph. Lee Miller
Parigi, in una notte tempestosa una diva  abbandonò una maestosa dimora .
Il proprio collier di brillanti slacciò lanciandolo violentemente sul prato, sfilandosi anche l’ anello di fidanzamento appena a lei donato .
L’ abito sontuoso tratteggiava dell’ armonioso corpo le forme sotto una pioggia scrosciante, mentre copiose  lacrime ne rigavan  il luminoso sguardo assente .
D’ un tratto però il rombo elegante di un motore ne attirò l’ attenzione .
Le mani portò agli occhi nell’ atto di celarsi alla luce dei potenti fari, rimanendo immobile circondata da un fitto, rigoglioso fogliame .
Un silenzio innaturale si sostituì alla precipitazione atmosferica, e l’ atletica ombra di un uomo si erse di fronte la smarrita fanciulla .
Un istante dopo un consunto Borsalino coronava della ragazza il capo, mentre le labbra suggellavan l’ imperituro amore dal fato predestinato…
Previous Post
Leave a comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: