SOLIPSISTICI ASSOLI

ph. Edward Steichen
New York, in una  perfetta partitura due anime si dispongono misteriosamente in un’unica, onirica, struttura .
Il couturier contempla  in silenzio la  sua musa sul limitare della propria vita, dai bagliori di un ancestrale amore illuminata .
E così, improvvisamente, i sospiri torneranno alla mente ammantati da un impenetrabile velo di imponderabili, melanconiche, assenze…