PER ASPERA AD ASTRA

Nella notte dei tempi il titano Atlante si distaccò dalla volta celeste per penetrare le umane tempeste .
Conobbe nel  tradimento  di vili e primitive forme di vita l’ assoluta negazione della vita .
Ma all’ alba di una nuova era  una pendolata acrobatica gli rammentò la sua trascendente natura, proiettandolo dove un terrestre non era mai giunto prima .